Comunicati Stampa anno 2018

 

 

INAUGURATA l'opera realizzata sul

muro esterno di Cogeme in vista del 50^ (1970-2020)

---

Mostra dei lavori vincitori del concorso "Cogeme Street Day"

 

Rovato, 15 dicembre 2018 - Dopo l’esperienza dello scorso anno con la mostra del pittore rovatese Gerolamo Calca, prosegue l’impegno di Cogeme nell’aprirsi, in occasione delle Festività Natalizie, alle diverse forme d’arte che si sviluppano sul territorio.

La Società dei Comuni dell’Ovest bresciano, in collaborazione con la Fondazione Cogeme Onlus e il patrocinio del Comune di Rovato, ha così organizzato negli scorsi mesi un concorso (Cogeme Street Day), rivolto ad artisti – amatori e professionisti – che prevedeva l’ideazione e la realizzazione di dipinti murales all’interno della sede rovatese della Società.

Allo stesso tempo, è stata promossa la realizzazione di un murales, realizzato con la tecnica del writing dall’artista Giovanni Mulè, sulla parete esterna della sede Cogeme che affaccia su via Mezzana, e che in vista del 50° di fondazione (1970-2020) della Società ripercorre i temi della storia aziendale.

Inaugurato oggi, il murales è dedicato infatti alle attività svolte nel corso dei decenni e presenta in ideale continuità i molti ambiti di presenza che Cogeme ha concretizzato nei servizi pubblici locali nel corso della sua quasi cinquantennale storia. Dai primi anni, con l’impegno per la metanizzazione della Franciacorta, alle più recenti sfide della sostenibilità e dell’efficienza energetica. Nella stessa giornata, è possibile visitare gli altri murales, realizzati nell’ambito del concorso Cogeme Street Day sulle pareti interne dell’azienda, oltre che una selezione di opere su tela degli artisti coinvolti.

Da tempo – sottolinea Dario Lazzaroni, Presidente di Cogeme Spa – desidero che alcune forme d’arte possano trovare ospitalità negli spazi aziendali. Abbiamo iniziato lo scorso anno con la mostra del pittore rovatese Gerolamo Calca, che ha avuto un successo meritato e per certi versi inaspettato; abbiamo proseguito quest’anno rivolgendoci al protagonismo dei giovani delle nostre comunità. La street art da tempo fa parte di modalità di espressione artistica che trovano spazio in contesti aziendali, istituzionali e pubblici e ci fa piacere provare a declinare con questa modalità immagini e suggestioni che oggi decorano alcune pareti della nostra sede”. “Con quest'opera – commenta l’autore del murales Giovanni Mulè – ho voluto esprimere e rafforzare lo spirito aziendale di Cogeme. Ho utilizzato elementi naturali per rappresentare i servizi offerti e l'importanza per l’ecologia, inserendo alcuni dei simboli che caratterizzano la città di Rovato nonchè il nostro territorio per l’ambientazione."

_

 
ARRIVA IL “COGEME STREET DAY”

Il 27 ottobre la sede di Cogeme si veste dei colori della street art

Un concorso per realizzare murales nei piazzali interni della storica sede di Rovato

 

Rovato, 18 settembre 2018 - Il prossimo 27 Ottobre la sede di Cogeme, la storica società dei Comuni dell’Ovest bresciano, si veste dei colori della street art e apre i propri spazi a “writer” amatori e professionisti.

Sarà infatti un vero e proprio “Cogeme Street Day” quello che vedrà coinvolti non solo alcuni professionisti del settore ma anche amatori che – grazie ad un concorso ad hoc – potranno realizzare le loro opere (ispirate agli ambiti storici di attività del Gruppo Cogeme) su alcune pareti dei piazzali interni e decorare così per gli anni a venire la sede di via XXV Aprile a Rovato.

Cogeme, in collaborazione con la Fondazione Cogeme Onlus e il patrocinio del Comune di Rovato, ha infatti organizzato un evento-concorso, rivolto ad artisti, amatori e professionisti, che prevede l’ideazione e la realizzazione di dipinti murales all’interno della sede rovatese della Società. I temi grafici del concorso sui quali gli artisti saranno chiamati a sviluppare idee grafiche innovative e di impatto sono strettamente connessi con la storia e l’evoluzione delle diverse attività che Cogeme ha seguito in passato nel corso dei suoi decenni di vita, o che la riguardano attualmente, come i temi della sostenibilità ambientale, dei servizi idrici e delle attività legate all’energia.

Da tempo – sottolinea Dario Lazzaroni, Presidente di Cogeme Spa – desidero che alcune forme d’arte possano trovare ospitalità negli spazi aziendali. Abbiamo iniziato lo scorso anno con la mostra del pittore rovatese Gerolamo Calca, che ha avuto un successo meritato e per certi versi inaspettato; proseguiamo quest’anno rivolgendoci al protagonismo dei giovani delle nostre comunità. La street art da tempo fa parte di modalità di espressione artistica che trovano spazio in contesti aziendali, istituzionali e pubblici e ci fa piacere provare a declinare con questa modalità immagini e suggestioni che andranno a decorare alcune pareti della nostra sede”. 

Informazioni saranno disponibili sui siti web della Fondazione Cogeme e di Cogeme. La domanda di partecipazione dovrà pervenire tramite allegato ad una mail da spedire all’indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro e non oltre le ore 14 del giorno 10 ottobre 2018, pena l’inammissibilità al concorso.

 _

 

PROSEGUE “CI VEDIAMO IN AZIENDA” DI CDO LOMBARDIA SUD EST

Negli scorsi giorni l’incontro a Rovato in Cogeme

Proseguono gli incontri del percorso “Ci Vediamo in Azienda”, l’iniziativa promossa da Compagnia delle Opere Lombardia Sud Est, nata dall’idea di alcuni imprenditori di condividere le migliori pratiche aziendali relative a temi specifici tramite un confronto concreto ed esperienziale, direttamente all’interno delle aziende degli associati. In modo particolare il Presidente dell’azienda o l’Amministratore delegato si rendono disponibili a raccontare quella che ritengono essere la best practice aziendale e a declinarla in un confronto operativo con gli altri partecipanti, discutendo di strategia e di sviluppo d’azienda. L’obiettivo è quello di contaminare e lasciarsi contaminare, al fine di ampliare il proprio specchio visivo e di capire come prendere le decisioni migliori o quali passi affrontare per potenziare le situazioni esistenti. “Ci Vediamo in Azienda” ha preso il via nel febbraio 2016 e ha affrontato ad oggi 8 tappe, configurandosi sempre più come un laboratorio di imprenditori.

Negli scorsi giorni la tappa in Cogeme

E proprio nell’ambito degli incontri previsti nel primo semestre 2018 Cogeme, la società dei Comuni dell’Ovest bresciano, ha aperto le porte della propria sede rovatese agli imprenditori della CDO.

Attraverso le parole del Presidente di Cogeme Dario Lazzaroni si è potuto così scoprire la storia della società, il cui capitale è interamente controllato da 70 comunità locali bresciane e bergamasche, sorta nel 1970 per metanizzare la Franciacorta, e che ha via via caratterizzato sempre più il proprio profilo di moderna utility.

Nel caso di Cogeme, le best practices affrontate sono poi state quelle relative all’efficienza energetica e ad alcuni particolari iniziative della società come ad esempio il teleriscaldamento a freddo. Paolo Tarantino, direttore tecnico di Cogeme Servizi Territoriali Locali, ha fornito così un esaustivo quadro delle attività nel settore.

Incontri come questo – ha affermato il presidente Dario Lazzaronisottolineano una volta di più il valore del dialogo nella diversità. È un confronto che arricchisce; in particolare la presenza di imprenditori del territorio come quelli accorsi in buon numero in Cogeme per questa iniziativa denota una volontà di ascolto e condivisione che mi pare vada sottolineata”. “Operando verso amministrazioni locali, cittadini e imprese – ha proseguito Lazzaroni – anche società a capitale interamente pubblico come la nostra possono infatti contribuire a sostenere investimenti ed iniziative, mettendo a servizio del territorio innovazione e competenze”.

Soddisfazione è stata infine espressa dal Presidente di CDO Lombardia Sud Est Paolo Paoletti: “Il percorso di crescita dei nostri associati, attraverso la modalità dell’incontrarsi in azienda, dimostra ancora una volta la valenza e la forza del poter conoscere come operano le imprese associate alla Compagnia: nel contempo risulta un’occasione fondamentale per confrontarsi su temi che oggi risultano strategici per affrontare le sfide del mercato. Sono sempre più convinto che è in atto una vera e propria rivoluzione imprenditoriale che vede gli imprenditori e le imprese al centro di un cambiamento epocale: per fare questo è necessario passare attraverso una più profonda consapevolezza di chi si è ed il percorso “Ci Vediamo in Azienda” diventa a mio avviso un passaggio essenziale di un nuovo inizio. ”.

 _

IL TELERISCALDAMENTO A CASTEGNATO

Presentate le nuove modalità di recupero e riutilizzo energetico per la rete di teleriscaldamento di Castegnato

Venerdì 13 aprile workshop per i tecnici bresciani

Il 21 aprile open day della centrale di Teleriscaldamento

Castegnato, 9 aprile 2018 – Nel corso di una conferenza stampa tenutasi stamane nei locali della centrale di Teleriscaldamento – inaugurata nel 2010 e che consente la fornitura termica a oltre circa 300 utenze di Castegnato e ad alcuni edifici pubblici – Cogeme ha presentato la nuova iniziativa che consentirà di alimentare, in partnership con la Reboldi Fonderie, la rete di teleriscaldamento di Castegnato attraverso il recupero di reflui termici della storica azienda operante dal 1961 nel settore della fusione e delle lavorazioni di qualità dell’alluminio in ambito automotive.

Alla presenza del Sindaco di Castegnato Gianluca Cominassi, di Dario Lazzaroni Presidente di Cogeme Spa e di Pierpaolo Tarantino, Direttore Tecnico Cogeme STL, sono state illustrate le rilevanti novità prevista dalla collaborazione pubblico-privato messa in campo dalla società dei Comuni dell’Ovest bresciano e della Reboldi Fonderie in piena condivisione col Comune.

L’infrastruttura esistente

La rete di teleriscaldamento a Castegnato nasce in abbinamento ad una centrale di produzione cogenerativa alimentata da gas metano, inaugurata nel novembre 2010.

Ad Ecomondo, principale fiera italiana del settore ambiente, nel 2011 il TLR di Castegnato si è aggiudicato il “Premio sviluppo sostenibile”, per le migliori 10 iniziative nel settore energia, per efficacia dei risultati ambientali, contenuto innovativo, risultati economici e possibilità di diffusione.

La prerogativa di questo sistema di teleriscaldamento è quello di rientrare fra i sistemi di produzione e distribuzione energetica di 4a generazione, consentendo di funzionare ad una temperatura di molto inferiore a quella di funzionamento di analoghi impianti di teleriscaldamento.

Questa particolare condizione funzionale ha permesso di edificare la centrale cogenerativa per le immediate necessità funzionali della rete di teleriscaldamento e contemporaneamente di analizzare forme di accentramento ed abbinamento di fonti rinnovabili; inoltre, grazie alla presenza a Castegnato, è stato possibile individuare sul territorio urbano reflui termici, non diversamente utilizzabili, da veicolare all’interno dell’infrastruttura del teleriscaldamento Comunale.

Il nuovo progetto:

il recupero di reflui termici urbani per gli usi energetici del territorio

L’iniziativa che viene presentata oggi, ad elevata valenza energetica ed ambientale, è frutto di una partnership pubblico-privato maturata fra Cogeme Spa, concessionaria del servizio del teleriscaldamento comunale, e le Reboldi Fonderie Srl.

A Paolo Tarantino, Direttore tecnico di Cogeme STL, è toccato il compito di illustrare nel dettaglio l’operazione: “Le dispersioni termiche generate dai forni fusori dei rottami di alluminio possono oggi essere convogliate in sicurezza all’interno di un recuperatore aria surriscaldata/acqua. La sottostazione di scambio termico, interamente automatizzata ed intercomunicante via web con la centrale cogenerativa di teleriscaldamento, ha il compito di cedere l’energia termica recuperata, interfacciandola con la rete comunale, al fine di renderla direttamente disponibile alle utenze civili allacciate alla rete”.

Il recupero energetico dei reflui termici non diversamente riutilizzabili è entrato in funzione il 3 aprile, e consentirà la riduzione dell’utilizzo di fonti fossili con conseguenti minori emissioni in atmosfera pari a circa 580 tonnellate anno di CO2 equivalente oltre che una notevole ed automatica riduzione della classe energetica delle abitazioni già allacciate al teleriscaldamento, beneficiando del nuovo ridotto indice di conversione di energia primaria.

I commenti dei protagonisti

Gianluca Cominassi (Sindaco di Castegnato): “Con l’iniziativa che presentiamo oggi, prosegue il percorso di buone pratiche per la sostenibilità ambientale che il Comune di Castegnato sostiene convintamente. La partnership pubblico-privata, nella quale il Comune garantisce il ruolo di cerniera e verifica, e che vede protagonisti la società dei nostri Comuni Cogeme e una storica azienda come la Reboldi Fonderie, indica come con il contributo di tutti si possano operare scelte a favore della comunità e dell’ambiente, in un’ottica di efficienza e sostenibilità”.

Dario Lazzaroni (Presidente Cogeme Spa): “L’intervento di ulteriore miglioramento del teleriscaldamento di Castegnato si inserisce in quella che è oggi la visione strategica di Cogeme: essere a fianco delle comunità locali, unendo quello straordinario radicamento territoriale che deriva dalla sua quasi cinquantennale storia ad una volontà di crescita equilibrata nei settori tipici di intervento, proprio come l’efficienza energetica”.

Pienamente positivo anche il messaggio di Gianpaolo Torri, titolare delle Reboldi Fonderie: “Avevamo l’esigenza ma soprattutto la volontà di rendere ulteriormente virtuoso il nostro processo produttivo. Ci ha fatto particolarmente piacere individuare con Cogeme un percorso che consente a noi di completare lo sforzo per l’efficienza contribuendo allo stesso tempo all’equilibrio energetico della comunità che ospita Reboldi Fonderie da quasi 60 anni”.

Nelle prossime settimane, diverse iniziative collegate

In occasione della mattinata sono poi state presentate alcune iniziative, rivolte sia alla cittadinanza che ai tecnici del settore, per illustrare e valorizzare il progetto.

La prima sarà un workshop che si terrà a Castegnato questo venerdì 13 aprile, riservato a tecnici del settore e che ha ricevuto diversi patrocini quali, ad esempio, quello dell’Associazione Industriale Bresciana, del CSMT, di Fondazione Cogeme, oltre ad essere stato accreditato come momento di formazione dall’Ordine degli Ingegneri e dal Consiglio dei Periti Industriali di Brescia.

La seconda iniziativa, aperta al pubblico, è invece un open day della centrale di teleriscaldamento di via Risorgimento: sabato 21 aprile, dalle 9.30 alle 12, i cittadini di Castegnato – ma non solo – potranno visitare l’impianto. Accompagnati dai tecnici di Cogeme, sono previste anche due visite guidate (una alle 10 ed una alle 11) durante le quali saranno illustrati i diversi momenti e funzioni della centrale (informazioni al 030-7714234 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

 

10 Ottobre 2019

Bando Cinquantenario Cogeme Spa

"Da Cinquant'anni per il territorio" Con l’obbiettivo di celebrare adeguatamente la ricorrenza dei...

02 Maggio 2019

Cogeme Spa: eletto il nuovo CDA

L’Assemblea dei Soci di Cogeme Spa, riunitasi negli scorsi giorni presso la sede rovatese della...

14 Dicembre 2018

Sciopero del 17/12: Cogeme informa gli utenti

Cogeme Nuove Energie S.r.l comunica: con la presente si comunica che per il giorno Lunedì 17...

18 Settembre 2018

Cogeme Street Day - 15 Dicembre 2018

Il prossimo 15 dicembre la sede di Cogeme, la storica società dei Comuni dell’Ovest bresciano, si veste...



COGEME SPA - Via XXV Aprile, 18 - 25038 Rovato (BS) - Iscrizione all'Ufficio delle Imprese di Brescia n. 00298360173 - Cod. Fisc. 00298360173 - P.IVA 00552110983 - Capitale Sociale versato 4.216.000 €
PRIVACY POLICY - COOKIE POLICY